26/05/2016

Sono più di 6,5 milioni le password LinkedIN perse nel 2012?


Condividi:

Il sito di business social networking LinkedIN viene hackerato il 5 Giugno 2012 da un gruppo di cybercriminali russi, rubando le password di 6 milioni e mezzo di utenti. In seguito a questo attacco, i proprietari degli account non sono più in grado di accedere al social network che invita più volte gli utenti a cambiare le password dei propri account. La conferma dell'attacco viene pubblicata sul blog officiale da parte di Vicente Silveira, direttore di LinkedIn.

A quattro anni di distanza pare che il data breach sia stato molto più grave, perchè è emerso che i dati di oltre 110 milioni di utenti LinkedIN sono in vendita su ''darknet'' da un hacker, nome in codice "Peace", per circa 2 mila dollari, pagabili in Bitcoin.

L’hacker ha raccontato che i dati sono stati sottratti quando Linkedin è stato violato nel 2012. All’epoca vennerò pubblicate online solo 6.5 milioni di password e Linkedin non ha mai chiarito quanti account fossero interessati dall’attacco.

Apparentemente molti di più di quanto chiunque potesse pensare.

Il consiglio quindi per tutti gli utenti - LInkedIN in questo caso - è di cambiare la password e come misura aggiuntiva attivare la verifica in due passaggi utilizzando anche il telefono per verificare i nuovi dispositivi che possono utilizzare il vostro account.


<< Indietro